Dialogo

Viabilità pericolosa a Cantia

Nonostante le ripetute promesse, la strada che da Fabriano conduce alla frazione di Cantia rimane letteralmente un disastro. Ci sono dossi dovuti a frane in cui il dislivello è letteralmente di 20 cm (misurazione effettuata) e c'è un tratto di circa 100 metri, la cui manutenzione è sempre temporanea e le buche del fondo stradale, in certi momenti sono state 107. Il numero non è casuale sono state contate dal sottoscritto. Impossibile evitarle. Tale situazione mette in grave pericolo la circolazione stradale e l'incolumità degli automobilisti. Già nell'agosto del 2017 il sindaco Santarelli aveva promesso agli abitanti della frazione Cantia la sistemazione della strada e ancora nulla. Nell'agosto del 2020 sempre il sottoscritto parlava con l'assessore ai Lavori pubblici il quale, progetto alla mano, riferiva che a settembre sempre del 2020 sarebbero iniziati i lavori per la sistemazione del primo ponte che si incontra percorrendo la strada da Fabriano verso Cantia. Siamo a febbraio del 2021 e ancora tutto tace e niente è stato fatto. Altra nota dolente già segnalata è l'area ecologica - ex fonte pubblica - per la quale è stata già chiesta la sistemazione del pavimento per facilitarne la pulizia, ma anche in questo caso nulla è stato fatto. La struttura della fonte è stata abbattuta perché pericolante ma non è stata rimessa in ordine e il pavimento è in parte costituito da ciottoli e in parte da erba quando ci vorrebbe una pavimentazione per poterlo tenere in ordine.

Nazzareno Guglielmi