Dialogo

La Brexit non fa paura

Quaranta alunni dell’Istituto Morea – Vivarelli insieme alle loro insegnanti di Inglese sono partiti alla fine di novembre alla volta di Canterbury, famosa città inglese nel Kent, per il consueto soggiorno studio. Ciò che segue è il resoconto di due studenti partecipanti della classe 2° A dell’Istituto Tecnico Agrario “G. Vivarelli”. Abbiamo visitato due città dell'Inghilterra durante l'ultima settimana di novembre, prendendo l'aereo da Falconara- Raffaello Sanzio e atterrando all'aeroporto di Londra-Stansted. Da lì sono venuti a prenderci in “coach” (che sarebbe la corriera, o il pullman che dir si voglia) e siamo arrivati alla Concorde International School di Canterbury. Ad attenderci là i professori, i quali ci hanno illustrato come si sarebbe svolta la settimana, come ci si comportava e come sarebbe funzionato l’intero soggiorno. Finita la presentazione, i taxi ci hanno fatto strada verso le case delle famiglie che ci avrebbero ospitato. Con questa esperienza scolastica abbiamo imparato un po’ più la lingua, ci siamo confrontati con chi vive, mangia (!), studia e passa il tempo libero diversamente da noi e soprattutto ci siamo mossi in modo maturo e corretto anche senza genitori fuori dal nostro ambiente… e a detta delle prof. ci siamo riusciti! La domenica ci siamo diretti verso Londra prendendo il treno e arrivando alla Victoria Station. Lì abbiamo incontrato la guida e ci siamo incamminati verso Buckingham Palace, St. James's Park, il London Eye, Westminster, Victoria, Clarence House, The Mall, Parliament Square, Charing Cross, Trafalgar Square, la National Gallery, la National Portrait Gallery, le vie dello shopping per finire con St. Paul Cathedral e il Tower Bridge. Abbiamo camminato tantissimo e visto cose assai interessanti. La settimana scolastica a Canterbury è iniziata il lunedì con la suddivisione delle classi, quindi ci siamo presentati agli insegnanti di madrelingua che ci hanno fatto eseguire un test d'ingresso con una prova scritta e una orale. Dopo aver finito avevamo a disposizione mezz'ora di intervallo. Nella lezione numero due cioè dalle 11 alle 12.30 ci hanno fornito un libricino e ci siamo esercitati. Dopo le lezioni abbiamo visitato la città di Canterbury e nel tardo pomeriggio siamo entrati nella Cattedrale ed abbiamo assistito ai canti “Eve Songs” del famoso coro. Il giorno seguente abbiamo avuto lezione anche dopo il packed lunch (che praticamente consiste in un misero sandwich, una bevanda, un mini pacchetto di patatine, uno snack dolce e - per i più fortunati - in un frutto!) Abbiamo giocato in giro per la città, intervistando i passanti. Il giorno successivo abbiamo visitato il birrificio a Faversham, lo Shepherd Neame Brewery LTD. La visita è stata per noi studenti dell’Agraria davvero interessante. Visitare il birrificio più antico di Inghilterra ci ha infatti incuriosito e aperto la mente a nuove possibilità che potremmo avere una volta concluso questo percorso di studi. Anche il giovedì abbiamo avuto scuola di pomeriggio e la sera ci siamo ritrovati tutti insieme per degustare FISH & CHIPS presso il pub Canterbury Brewers and Distillers. L'ultimo giorno siamo ritornati a Londra! Siamo arrivati alla stazione di St. Pancras che si trova tra la nuova British Library e la King's Cross Station. Abbiamo avuto la possibilità di vedere il binario 9 e 3/4 di Harry Potter, il British Museum, Covent Garden e tornare a Piccadilly Circus. E' stata per tutti noi una bellissima avventura. Abbiamo imparato tanto e sicuramente è un'esperienza molto utile, significativa e bellissima! Possiamo sicuramente affermare che anche per noi futuri “cuntadi’” ampliare i nostri orizzonti imparando un po’ più di inglese è fondamentale.

Micol Bidolli e Gabriele Lilli, classe 2 sez. A, Istituto Tecnico Agrario “Vivarelli”