Sport

Thunder Halley: l'identikit delle giocatrici che hanno conquistato la serie A2

La Thunder Halley che ha conquistato la promozione in serie A2 femminile di basket (foto di Marco Teatini)

La Thunder Halley che ha conquistato la promozione in serie A2 femminile di basket (foto di Marco Teatini)

FABRIANO - E’ ormai in archivio la prima storica promozione della Thunder Halley in serie A2 femminile di basket, conquistata una settimana fa sabato 10 luglio: con l’adrenalina ancora in corpo, la dirigenza guidata dal presidente Euro Gatti e dal vice Piero Salari è già al lavoro per i primi adempimenti richiesti dalla Lega Basket Femminile, l’ente che per conto della Federazione organizza i campionati di serie A1 e serie A2 donne.

Già si inizia a guardare al futuro, dunque, ma prima che la storica giornata di sabato scorso vada nell’album dei ricordi, ci sembra doveroso incensare le prestazioni delle giocatrici della Thunder Halley che hanno compiuto questa “impresa”.

Iniziando a parlare in termini di squadra, balza subito agli occhi l’altissima percentuale vittorie del team biancoblù in una stagione “express” a causa della pandemia Covid: 17 partite giocate, 14 vittorie conquistate dalla Thunder Halley e appena 3 sconfitte (tra le quali l’ultima di soli due punti è stata ininfluente poiché ha consentito alla formazione di coach Orazio Cutugno di conservare la differenza canestri e vincere il campionato). Analizzando ancora i “numeri” di squadra, ci sono due dati in particolare che dimostrano come la forza della Thunder Halley sia stata la difesa e l’energia: le biancoblù, infatti, hanno sì segnato 62,3 punti di media, ma soprattutto ne hanno subiti appena 51,7 a partita. Una dato, quest’ultimo, confortato anche dall’altissimo numero di palle recuperate, ben 19,6 di media, a fronte della appena 12,8 perse.

Ma passiamo alle singole giocatrici. Com’era naturale che fosse, il “faro” della squadra è stato il capitano Debora “Pepo” Gonzalez (play/guardia, classe 1990). L’argentina di Lamos de Zamora ha viaggiato a 18.9 punti di media con ben 4,4 palle recuperate, dimostrando davvero un altro passo rispetto a molte altre giocatrici avversarie della categoria, tanto da guadagnarsi anche molti tiri liberi (98/119, pari all’82% di realizzazione). C’è da dire che, rispetto allo scorso campionato in cui fatturava circa la metà dei punti dell’intera squadra, quest’anno alla Gonzalez sono state affiancate altre giocatrici pericolose in attacco, che hanno consentito di equilibrare maggiormente la manovra offensiva della Thunder Halley. Una di queste è certamente Christelle Takrou (guardia, classe 1998), giocatrice con le gambe al tritolo, cresciuta nel Basket Girls Ancona, che alla sua prima stagione in biancoblù ha prodotto 9,6 punti a partita con 3,5 palle recuperate e percentuali affidabili al tiro: 49% da due (39/80) e 35% da tre (23/66), fra cui l’ultima tripla in finale a tre minuti dal termine che sostanzialmente ha messo il sigillo sulla promozione. A stagione in corso, i primi di maggio, per rinforzare ulteriormente il reparto “piccole” della squadra è stata inserita Benedetta Gramaccioni (play, classe 1998), che - ottenuta la salvezza in A2 con Firenze - è arrivata per cercare ulteriore gloria con la Thunder Halley. E c’è riuscita. La giocatrice nativa di Spoleto, infatti, ha aggiunto alla causa 8,6 punti e 2,7 palle recuperate di media, alleggerendo la Gonzalez dai compiti di regia e tirando con un buon 44% da due (27/61). A completamente del reparto “esterne”, un ruolo importante lo ha giocato Asya Zamparini (guardia, classe 2000), matelicese e prodotto locale, per lei 6,3 punti e 4,1 rimbalzi di media, confermando la sua precisione al tiro (85% ai liberi, 17/20) anche dalla lunga distanza (30% da tre, 19/64). Nella rotazione delle “piccole”, un buon contributo lo ha portato anche Aurora Nociaro (play, classe 2001), prodotto della Basket Girls Ancona, regista puntuale e affidabile che ha contribuito con 4,6 punti e precisione dalla lunetta (17/21). A completamento del reparto “esterne”, hanno visto leggermente ridursi i minutaggi rispetto all’anno scorso la fabrianese Soukaina Sbai (guardia, classe 2001, 2,2 punti con un buon 5/15 da tre) e la matelicese Francesca Stronati (play, classe 1997, 1,6 punti), entrambe prodotti locali, che comunque non hanno mai fatto mancare il proprio apporto quando sono state chiamate sul parquet.

E passiamo al reparto “lunghe”. Qui, il duo Franciolini-Ardito è stato il punto di riferimento nell’arco dell’intera stagione. La fabrianese Alessa Franciolini (pivot, classe 1997, 190 centimetri) è stata la migliore rimbalzata della squadra con 8,4 “catture” a partita, aggiungendo un contributo in attacco (4,6 punti) senza disdegnare qualche “fiondata” da tre punti (6/18 da tre). La civitanovese Camilla Ardito (pivot, classe 1989, 183 centimetri) ha portato esperienza e solidità sotto i tabelloni: per lei 5,8 punti e 7,7 rimbalzi. Stagione tormentata dagli infortuni, invece, per l’argentina Sofia Aispurùa (ala/pivot, classe 1995, 193 centimetri), tanto da costringerla a saltare gran parte del campionato. E’ riuscita a trovare una discreta condizione proprio in vista del decisivo finale, ultime cinque partite, contribuendo alla promozione con 3,4 punti e 4,8 rimbalzi. La “sorpresa” è stata la giovanissima matelicese Gloria Offor (classe 2005), giocatrice interna dal notevole potenziale, per lei 2,6 punti e 2,8 rimbalzi con il 44% da due. Costanza e abnegazione sotto canestro non sono mancati neanche dalle gualdesi Ornella Zito (pivot, classe 1987, 1,8 punti e 2,7 rimbalzi) e Giorgia Ceccarelli (pivot, classe 1998, 0,9 punti e 1,5 rimbalzi).

Provenienti dal settore giovanile Thunder Halley, hanno completato la “rosa” di questa fortunata stagione le 2005 fabrianesi Emma Ridolfi (guardia, 9 presenze e 6 punti totali a referto) e Sofia Spinaci (guardia, 5 presenze totali) e la matelicese Francesca Soverchia (ala, per lei 3 presenze).

Non è riuscita a giocare nessuna partita a causa di infortuni, ma comunque ha fatto parte del gruppo, la matelicese Debora Pecchia (guardia, 1990).

Concludiamo con una curiosità: sono state quattro le giocatrici ad aver conquistato con la Thunder Halley sia la promozione in serie B il 7 maggio 2018, sia la promozione in serie A2 il 10 luglio 2021, precisamente Stronati, Sbai, Franciolini e Pecchia.