Chiesa

Il presepe vivente a Frasassi

Dopo lo stop imposto l’anno scorso dall’emergenza Covid-19, torna, a Frasassi di Genga, il presepe vivente. L’appuntamento è per il 26 dicembre e il 2 gennaio, dalle ore 14.30 con prenotazione obbligatoria. L’ingresso sarà riservato ai possessori di biglietti acquistati su www.presepedigenga.it e sarà consentito solo con super green pass. Il presepe vivente di Genga è per estensione il più grande al mondo; copre una superficie di 30.000 metri quadri all’interno della Gola di Frasassi. Nasce nel 1981 da un’idea di alcuni gengarini e da allora gli “Amici del presepe” organizzano due rappresentazioni l’anno. Il lavoro di allestimento è svolto con passione dagli abitanti di Genga che mettono a disposizione tempo, capacità e competenza. Parteciperanno circa 300 figuranti impegnati a far rivivere le tradizioni che hanno sostenuto ed animato la vita quotidiana del territorio. ?Lungo il sentiero che porta alla Natività pastori, pescatori, contadini intenti al loro lavoro scandiscono la salita verso la contemplazione dell’evento che si celebra. Una volta giunti alla grotta naturale del Santuario di Frasassi troviamo esperti artigiani: falegnami, fabbri, cestai, fornai, calzolai, scultori, vasai, ricamatrici e tessitrici tutti con gli antichi strumenti della loro arte. Il presepe vivente di Genga, che in oltre trent’anni è stato visitato da più di 380.000 persone, si connota di una valenza solidaristica poiché devolve gli incassi in iniziative di beneficenza.