Chiesa

Spaventiamo la paura

Quattro incontri per conoscere cos’è la paura e come poterla affrontare. Torna, dopo l’ampio seguito dello scorso anno, “L’oro sono loro”, iniziativa promossa e organizzata dall’Ufficio per la pastorale scolastica e dall’Ufficio cultura della Diocesi di Fabriano-Matelica. Il titolo che fa da filo rosso della stagione di quest’anno è “Spaventiamo la paura”. Anni come quelli che stiamo vivendo ci stanno mettendo di fronte alla nostra fragilità e alle nostre paure. Per questo motivo i due uffici hanno ben pensato di approfondire questi temi mettendosi a dialogo con alcune personalità eccellenti del territorio fabrianese. Una scelta questa dettata dalla volontà di dare il giusto valore alle tante storie e alle tante capacità che sono già presenti nella Diocesi. I quattro incontri si terranno presso la sala di Palazzo Moscatelli, in via Balbo, 70 ed è richiesta obbligatoriamente la prenotazione per partecipare in presenza. Inoltre, sempre esclusivamente su prenotazione, vi sarà la possibilità di cenare, dalle ore 19.30, presso la Taverna del Palazzo alla cifra di 10 euro a persona. Tutti gli incontri si terranno alle 21.15. Il percorso comincerà giovedì 20 gennaio con un tema più attuale che mai: “Paura delle malattie o malattia della paura?”. Si dialogherà, in quell’occasione, con la dottoressa Rosa Rita Silva, primario di oncologia presso l’ospedale Profili di Fabriano. Il 17 febbraio l’incontro “Paura che la scienza sia truccata?” vedrà protagonista la dottoressa Roberta Cristalli, in un dialogo volto a misurarsi con il sempre più crescente sentimento di sfiducia nei confronti della scienza. Il 24 marzo si terrà un colloquio con don Lorenzo Sena sulla “Paura dell’aldilà”. Infine, il 21 aprile, la professoressa Isabella Spurio ci guiderà nella “Paura del diverso”. Ogni incontro sarà allietato dagli interventi musicali dell’arpista Maria Chiara Fiorucci e il pianista Michele Fabrizi. Si tratta di un’occasione straordinaria per mettersi a dialogo, prima di tutto con se stessi. Il prossimo appuntamento è giovedì 20 gennaio: assolutamente da non perdere.