Chiesa

Parroci: amministrare il sacramento della Cresima

Il vigente Codice di Diritto Canonico, al can. 882, riconosce quale ministro ordinario del sacramento della Cresima il Vescovo. Tuttavia tale norma prevede che "conferisce validamente questo sacramento anche il presbitero provvisto di questa facoltà in forza del diritto universale o per speciale concessione della competente autorità". Pertanto, considerato il perdurare dell'emergenza sanitaria in atto e al fìne di consentire un'ordinata pianifìcazione e celebrazione delle Sante Cresime nelle comunità parrocchiali della Diocesi, con il presente atto, a norma dei cann. 884; 885 e 887 CIC, il Vescovo Mons. Francesco Massara concede, con un apposito decreto, la facoltà di amministrare il sacramento della cresima ai parroci nell'ambito delle rispettive comunità parrocchiali. Tale facoltà si intende concessa a partire dal prossimo 18 aprile fino al 31 ottobre 2021 e dovrà essere esercitata nel pieno rispetto delle norme liturgiche, delle disposizioni emanate dalla Conferenza Episcopale Italiana nonché delle prescrizioni promulgate in materia sanitaria dalle competenti autorità del Governo ltaliano. “Nell'imminenza della celebrazione della Pasqua di Resurrezione, - conclude il Vescovo - su tutti i cresimandi, le loro famiglie, i catechisti e i diletti presbiteri l'abbondante effusione dello Spirito Santo, dono del Cristo Risorto alla sua Santa Chiesa”.