Cronaca

Pericoli della rete per un progetto nazionale

Lo scorso venerdì si è tenuto presso l’Oratorio “Carlo Acutis” della parrocchia di San Nicolò un incontro con il Capitano dei Carabinieri Mirco Marcucci su una tematica di grande importanza “I pericoli della rete per nativi e tardivi digitali”. La lezione si inserisce in un ampio progetto promosso a livello nazionale da U.N.L.A., Unieda, e realizzato a Fabriano dall’Università Popolare di Fabriano in collaborazione con l’Oratorio “Carlo Acutis”. Il progetto In.Tra. si propone di modificare il flusso informativo che prevede che gli over 50 trasferiscano il sapere ai giovani. Si vuole integrare ciò che l’anziano può trasferire al giovane con i saperi che il giovane può sicuramente trasferire all’anziano. Il corso molto partecipato ha svolto lezioni di informatica con l’ingegnere Stefano Cicchini e lezioni di psicologia con la dottoressa Mara Signori che affronterà la tematica della ludopatia da internet, smartphone, etc… Per un Paese le cui ambizioni sono quelle di promuovere lo sviluppo economico, culturale e informatico, recuperare un ruolo da protagonista per le nuove generazioni integrandone la formazione con l’apporto delle generazioni precedenti, rappresenta una necessità. Il Capitano Marcucci ha coinvolto gli allievi sulle ampie tematiche dei pericoli di internet, i comportamenti più diffusi, la pedopornografia, truffe, pubblicità ingannevoli, bullismo e cyberbullismo, furti di identità. Ha soprattutto ribadito l’importanza da parte degli adulti di sorvegliare i giovani, i più piccoli, che non hanno una capacità critica e che spesso si ritrovano coinvolti in situazioni molto gravi.