Sport

Ecco il Torneo dell'Appennino: in campo 350 giovani calciatori

La presentazione del Torneo dell'Appennino nella sala Avis di Fabriano

La presentazione del Torneo dell'Appennino nella sala Avis di Fabriano

FABRIANO - Oltre 350 giovani calciatori per il secondo torneo dell’Appennino, che da mercoledì 17 aprile (fino alle finali da disputare sabato 20 aprile) farà “scontrare” sui rettangoli verdi di Marche ed Umbria squadre di calcio giovanile.  Ad organizzare il torneo sostenuto con forza da otto Avis tra Marche ed Umbria (Fabriano, Genga e Cerreto d’Esi per le Marche, mentre per l’Umbria Fossato di Vico, Scheggia e Pascelupo, Gualdo Tadino, Gubbio e Sigillo) e le società Virtus Team di Fabriano e la Barberini Flaminia. “Un grande successo aver unito queste due regioni, la fascia appenninica è casa nostra – spiega Gae-tano Marinelli presidente della Virtus Team. – Dal punto di vista tecnico il torneo porterà in campo i Giovanissimi, gli Esordienti ed i Pulcini. Un gruppo di oltre 350 atleti tra i 15 ed i 9 anni”.   Le gare sono partite mercoledì con i campi da calcio delle città coinvolte ad ospitare le fasi eliminatorie, fino alla conclusione prevista per sabato. Gran finale sabato mattina, con la finale “Pulcini” ed “Esordienti” si disputeranno sui manti erbosi dello stadio “Aghetoni” di Fabriano e del “Comunale” di Sassoferrato. A Fossato di Vico invece la finale per i “Giovanissimi”. Soddisfazione espressa dalle realtà Avis del territorio, per un torneo che vuole essere anche solidale, cercando di far avvicinare le giovani generazioni alla “cultura del dono. Quindi al centro di tutto avvicinare le giovani generazioni “Alla vera essenza dell’uomo: essere sociale che vive in comunità che si preoccupa delle necessità di tutti”.  “In questa partita, in questo torneo non perderà nessuno perché tutti vinceranno. Donando sangue si dona la vita e questo è il trofeo più grande” ha concluso Luciano Bano, presidente dell’Avis comunale di Fabriano.