Sport

Ristopro Fabriano, Hollis: da padre in figlio quarant’anni dopo

A sinistra Essie Hollis nel 1980 con la maglia dell'Honky Wear Fabriano vestita per una amichevole (foto di Carlo Alberto Agostinelli), a destra il figlio Damian Hollis nuovo acquisto della Ristopro

A sinistra Essie Hollis nel 1980 con la maglia dell'Honky Wear Fabriano vestita per una amichevole (foto di Carlo Alberto Agostinelli), a destra il figlio Damian Hollis nuovo acquisto della Ristopro

FABRIANO - La Ristopro Fabriano, in questa “finestra” di mercato invernale di serie A2 di basket, ha ingaggiato l’ala Damian Hollis, americano classe 1988. Damian è, come si dice, “figlio d’arte”: il padre, Essie Hollis, anche lui ala, classe 1955, formava con il compianto Bill Collins la formidabile coppia americana della Rodrigo Chieti nel 1979/80, “Hollis & Collins”.

Forse non tutti sanno, o ricordano, che Essie Hollis ha disputato una partita (una sola, una amichevole) con la maglia dell’allora Honky Wear Fabriano al termine della stagione di seri A2 del 1979/80.

Sentiamo il racconto dalle stesse parole scritte in proposito dall’allora cronista Sandro Petrucci: «Per concludere degnamente la stagione l’Honky si esibì in amichevole contro la nazionale cecoslovacca, chiamando a rinforzo un trio all’epoca sensazionale: Hollis e Collins del Rodrigo Chieti e Geroge Bucci del Sapori Siena. Trascinata proprio da Bucci la formazione di casa si impose con un canestro dalla distanza di Bob Paleari (90 a 89) e Zack in lunetta, a tempo ormai scaduto, fallì entrambi i tiri liberi del nuovo sorpasso o quanto meno del supplementare».

Fu l’unica apparizione del fortissimo Essie Hollis a Fabriano. Nelle due stagioni successive, infatti, passò agli spagnoli del Granollers, quindi tornò in Italia a Mestre, per concludere poi la carriera a Vitoria, nei Paesi Baschi, con la maglia del Baskonia.

Ma adesso, dopo poco più di quarant’anni da quell’amichevole, a Fabriano è approdato il figlio Damian. Intrecci del destino.