Sport

I campionati di nuoto Fisdir sono stati da record!

Un collage di immagini relative ai Campionati Italiani di nuoto in vasca corta Fisdir svoltisi in città

Un collage di immagini relative ai Campionati Italiani di nuoto in vasca corta Fisdir svoltisi in città

FABRIANO - La 9° edizione dei Campionati Italiani di nuoto Fisdir (cioè per atleti con disabilità intellettiva e relazionale) in vasca corta sarà ricordata come l’edizione dei record. A Fabriano sono arrivate 1200 persone, 344 atleti in rappresentanza di 56 società provenienti da 16 regioni dello stivale. Le strutture alberghiere della città hanno registrato il tutto esaurito. Tutta la città ha fatto sentire il suo supporto  grazie ai numerosi sponsor che hanno reso questa edizione eccezionale. Il logo della manifestazione è stato crea-to da Carlo De Maria titolare della C3DM. Il presidente della Logical System Spa Filippo Moscatelli collabora a questo evento realizzando le maglie celebrative. Dall’1 al 3 marzo l’impianto natatorio di Fabriano ha visto delle prestazioni sportive di primo livello basti pensare agli undici nuovi record italiani (5 individuali e 6 nelle staffette), tutti nella categoria Open, eccezion fatta per il record sui 200 farfalla di Scotti. Venerdì 1 marzo dopo oltre cinque mesi di lavoro l’organizzazione della Polisportiva Mirasole Fabriano patrocinata dal Comune, la Regione Marche e l’Unione Montana dell’Esino- Frasassi ha dato il via alla kermesse alla presenza del sindaco Gabriele Santarelli, l’assessore allo Sport Francesco Scaloni, il presidente della Polisportiva “Mirasole” David Alessandroni ed il vice Pietro Stroppa ed il vicario del vescovo don Tonino Lasconi. La tensione e l’emozione era palpabile nelle parole degli interventi. “Ringrazio la Federazione per la fiducia che ci accorda ogni volta, ma soprattutto ringrazio i genitori di tutti i ragazzi”, queste le parole del vice presidente Pietro Stroppa. “Ringrazio tutti i miei collaboratori senza i quali tutto questo non sarebbe possibile in particolare il mio braccio destro Pietro Stroppa”, le parole di David Alessandroni. “Sono emozionato ed onorato di essere qui e non vedo l’ora di vedervi in acqua, in bocca a lupo a tutti”, ha detto il sindaco Gabriele Santarelli. Il coro di voci bianche e giovanile Akademia ha aperto la manifestazione con l’inno di Mameli che ha entusiasmato ancora di più gli atleti ed il pubblico sugli spalti. A bordo vasca i fotografi di Arteconi Fotografica hanno immortalato le performance sportive i sorrisi, i pianti e gli abbracci di tutti i ragazzi. Ma ora veniamo alla vasca. La Polisportiva “Mirasole” con cinque atleti ha conquistato quattro medaglie: due d’oro, un argento e un bronzo. Sergio Farneti e Guido Polli nella categoria open, Sandro Rotatori e le due matricole Domenico Di Cicco e Michele Bylyku nella categoria C 21 seguiti in vasca da Giovanna D’Agostino e Valentina Chiarioni. Il primo a scendere in acqua per la Polisportiva è Guido Polli nei 100 misti Senior Open classificandosi al quinto posto con il tempo di 2:06.75. Tocca a Sergio Farneti piazzare il primo acuto nelle corsie casalinghe con una gara superba negli 800 stile libero Amatori Open che lo vede conquistare l’oro con il crono di 15:38.95 ben dodici secondi in meno rispetto alla scorsa stagione. Michele Byliku e Domenico Di Cicco, alla loro prima partecipazione ad un campionato agonistico, aprono la loro tre giorni di gare con i 50 farfalla. Michele nella categoria Junior C21 conquista la medaglia di bronzo con il crono di 1:04.44. Domenico Di Cicco nella categoria Senior C21 si piazza quarto in batteria in 1:05.40. La seconda sessione di gare di sabato 2 marzo si apre con un altro oro di Sergio Farneti nei 200 dorso Amatori Open con il crono di 3:51.89. Nella velocità dello stile i 50 metri è la volta di Michele, Domenico e Sandro Rotatori. Michele viene squalificato per falsa partenza, per Domenico un quinto posto in batteria in 47.00. Il veterano Sandro Rotatori apre il suo campionato con un quinto posto in batteria in 57.47. Nella sessione pomeridiana Guido affronta i 200 misti Senior Open chiudendo al quinto posto in 4:55.54. Sergio chiude il suo campionato nei 200 rana Amatori Open con un bell’argento con un crono di 3:48.11. Domenica 3 marzo Guido Polli chiude il suo campionato con i 100 stile libero Senior Open piazzandosi ottavo in batteria in 1:43.40. Michele nella batteria dei 50 metri dorso junior C21 ottiene il quarto posto in 59.51 concludendo così la sua prima partecipazione ad un campionato agonistico. Stessa distanza per Sandro categoria C21 Amatori che chiude al quinto posto in batteria in 1:14.99. Domenico Di Cicco, l’altra new entry, conclude il suo campionato nei 100 stile libero Senior C21 con un quinto posto in batteria in 1:56.97. Tocca a Sandro chiudere questa intensa tre giorni di gare per i colori della Mirasole nei 100 stile libero categoria C21 Amatori quinto in batteria in 1:56.61. Degli ottimi risultati per la Polisportiva viste anche le new entry Michele subito a podio e Domenico Di Cicco e l’inossidabile Sergio Farneti. Si sono succedute anche parecchie personalità fabrianesi e non solo a premiare tutti questi campioni come il presidente del Vespa Club Fabriano Giorgio D’Ancona, il presidente dell’Avis Luciano Bano, il presidente regionale del Coni Fabio Luna, il responsabile segreteria presidente Fabio Sturani e l’amministrazione comunale con il sindaco Gabriele Santarelli e l’assessore allo Sport Francesco Scaloni. Questi campionati hanno dimostrato che le associazioni fabrianesi sono capaci di collaborare, basti pensare all’Avis che ha messo a disposizione  la propria sala per la riunione tecnica e ha contribuito alla realizzazione delle medaglie di partecipazione per tutti gli atleti. La sottosezione Unitalsi di Fabriano ha effettuato i trasporti con i propri pulmini ed i volontari. La Croce Rossa ha fatto in modo che tutta la manifestazione procedesse in tutta sicurezza grazie ai medici Nadia Curzi, Iryma Busarab e Tonino Setaro. Non possiamo certo dimenticare le ragazze  dell’Istituto Morea, eccezionali con i ragazzi, per questo la professoressaGiuseppina Tobaldi è stata premiata con una targa.

Federica Stroppa