Sport

La stagione della Ristopro Fabriano si è conclusa a Napoli

La Ristopro Fabriano che ha concluso il campionato di serie B (foto di Marco Teatini)

La Ristopro Fabriano che ha concluso il campionato di serie B (foto di Marco Teatini)

FABRIANO - La Ristopro termina la sua corsa stagionale al palasport di Casalnuovo di Napoli davanti ad una Ge.Vi. che, nel doppio confronto, ha dimostrato di meritare la qualificazione in semifinale dei playoff di serie B. Rimane un ottimo percorso quello compiuto dalla compagine di coach Fantozzi, la quale a Napoli ha gettato tutto quello che le era rimasto in corpo. Non è bastato, finisce 71-61. La partenza è da urlo: in 7’ 28” i padroni di casa non mandano a segno neanche un punto, al cospetto dei 19 della Janus che costringe coach Lulli a terminare già i suoi timeout. Fabriano è determinata e coglie di sorpresa Napoli, che ha bisogno di Molinari e Chiera per ricucire, pian piano, lo strappo. Controparziale di 12-3 e le squadre a fine primo periodo sono sul 12-22. Nel secondo quarto i campani tornano ancor più vicini a Fabriano grazie alla regia di Guarino, un metronomo che segna e fa segnare i compagni trascinandoli in un momento delicato. Dopo appena 90” di secondo quarto Napoli è a -4 e costringe coach Fantozzi al minuto di sospensione. Peccato, perché Fabriano avrebbe potuto gestire in maniera più solida un margine importante (rimane questo l’unico rammarico di una serie giocata contro una compagine quotata). Le squadre ora si prendono a braccetto, Sylvere Bryan e Max Bordi (ex di giornata e napoletano doc) sono un fattore importante per i biancoblù, mentre Di Viccaro e Dincic spingono Napoli fino al 39-40 dell’intervallo. Thè caldo. Ora la qualità dei padroni di casa esce nitidamente, Chiera attacca il ferro e porta a casa puntualmente i due punti, Fabriano nella metà campo offensiva torna a giocare frequentemente pick&roll quando la difesa di Napoli sale d’intensità. Ora l’inerzia è dalla parte dei partenopei che vengono spinti dal caloroso pubblico del Palasport (stracolmo) e volano sulle ali dell’entusiasmo, gli ospiti si difendono, ma appaiono in difficoltà. Ultimo mini riposo sul 53-51. Il parziale decisivo arriva nell’ultimo periodo, quando Di Viccaro spara dall’arco e mette tre possessi pieni tra le due compagini (60-51). Diventa facile per i ragazzi di coach Lulli portare a casa il successo contro una Fabriano che manda a segno appena 10 punti nell’intera frazione di gioco. E’ festa nel finale per i padroni di casa che staccano il pass per le semifinali contro Palestrina. Scorrono i titoli di coda su una stagione comunque positiva per la Janus Fabriano. Un gruppo che ha lottato e sudato, portando al PalaGuerrieri l’amore per la pallacanestro. Le circa tremila presenze contro Napoli in gara1 sono record per la Janus.

Lorenzo Ciappelloni