Cultura

Giustizia è libertà

Il meeting organizzato dall'associazione Giuridica Fabrianese Carlo Galli

Il meeting organizzato dall'associazione Giuridica Fabrianese Carlo Galli

E’ stato un evento decisamente rilevante, quello organizzato a Fabriano dall’associazione Giuridica Fabrianese Carlo Galli, dal titolo “Giustizia è libertà” (con il sostegno della Fondazione Carifac e il patrocinio del Comune di Fabriano). Ospiti di primo piano Alfonso Bonafede, Ministro alla Giustizia, Paolo Flores d’Arcais, direttore della rivista “MicroMega”, magistrati e giornalisti tra i massimi esperti dei temi oggetto degli incontri. Un meeting formativo con le scuole che ha coinvolto gli studenti delle ultime classi degli istituti superiori. Tra gli altri presenti uno dei protagonisti principali del Pool Antimafia, Gian Carlo Caselli, e lo stesso Paolo Ielo, all’epoca Sostituto Procuratore presso la Procura della Repubblica di Milano, il più giovane componente del pool. Quindi Marco Travaglio, Henry Woodcock, Carlo Bonini, Gaetano Paci, Fabio Anselmo, difensore di parte civile nel processo Cucchi, e Ilaria Cucchi, parte civile nel medesimo procedimento. Questa esperienza non può che essere salutata positivamente, perché riempie Fabriano di competenza, professionalità, attualità di ampio respiro. E perché getta una luce sul passato recente della nostra nazione così vituperata. Aprirsi all’esterno è sempre stato un limite per i fabrianesi: un’iniziativa di notevole impatto facilita il compito di sentirsi non solo abitanti di un microcosmo, ma di una realtà ben più grande e complessa. La conquista della vita contemporanea avviene anche con kermesse di questo tipo, con un pensiero efficace che abbraccia, in tempi abbastanza magri, l’importanza insostituibile della giustizia e della libertà, del rispetto delle leggi, della lotta alla mafia e alla corruzione. Apertura mentale, reciprocità, dialogo, creatività, studio, lavoro e il coraggio di mettersi in gioco: tutti ingredienti fondamentali per diffondere cultura e civiltà. L’evento dell’associazione Giuridica Fabrianese, avallato dal sindaco Gabriele Santarelli, è un fatto che spicca nella crescita educativa della città. Il Ministro Bonafede, al termine dell'incontro, ha affermato: “Mi piace partecipare a momenti in cui uomini di cultura, di diritto e le istituzioni si confrontano su un settore delicato come la giustizia. Ho subito accolto con piacere l’invito perché contiene una prospettiva credibile. E questa prospettiva passa attraverso la lotta alla criminalità organizzata”. Il nuovo numero di “MicroMega”, in edicola il 3 maggio, è interamente dedicato alla questione più cara alla rivista diretta da Paolo Flores d’Arcais: la giustizia nel paese definito dell’impunità.