Sport

Ritmica, campionato Mondiale Juniores da incorniciare

Le ragazze della ritmica impegnate a Mosca

Le ragazze della ritmica impegnate a Mosca

FABRIANO - Mercoledì 17 luglio la squadra Nazionale Junior, preparata per dieci mesi, nel Centro Tecnico Federale Junior di Fabriano sotto la direzione delle tecniche Kristina Ghiurova, Julieta Cantaluppi e Laura Zacchilli, insieme all’individualista Team Italia Sofia Raffaeli, sono volate a Mosca per affrontare l’appuntamento più importante del 2019. La prima edizione del Mondiale Juniores di Ginnastica Ritmica. Lungo il lavoro di preparazione sia della squadra, che doveva presentare - diversamente dagli altri anni - non uno ma ben due esercizi, cinque cerchi e cinque nastri e dell’individualista, perché Sofia è stata convocata dalla Federazione per gareggiare su tutti e quattro gli attrezzi in gara, fune, palla, clavette e nastro. Grossa responsabilità, poiché la classifica per Team è data dalla somma dei punteggi dei suoi esercizi più quelli della squadra. Nella prima giornata, Sofia parte in salita con un errore alla fune, ma si riscatta subito facendo un esercizio alla palla da brividi (secondo punteggio di giornata) e si guadagna entrambe le finali per attrezzo. Le cinque “streghette” ai cinque cerchi Serena Ottaviani (Faber Ginnastica Fabriano), Alexandra Naclerio (Club Giardino Modena), Giulia Segatori e Siria Cella (Auxilium Genova) e Vittoria Quoiani (Armonia d’Abruzzo) incantano subito il palasport intitolato a Irina Viner Usmanova e sulle note dell’Apprendista Stregone, guadagnano il terzo posto provvisorio. La seconda giornata è quella della consacrazione. Sofia esegue delle ottime clavette e un ottimo nastro, in entrambi guadagna la seconda posizione e anche le altre due finali disponibili. La Squadra Junior, con l’ingresso di Alessia Leone (Eurogymnica Torino) al posto di Vittoria Quoiani, presenta un ottimo esercizio ai nastri, trasportando il pubblico nel magico mondo di Alice. La somma di entrambi gli esercizi della squadra, più i punteggi ottenuti da Sofia nei quattro attrezzi, consacrano l’Italia vice campione del Mondo per team e la Squadra Nazionale Junior Vice Campione del Mondo nella classifica generale “all around”. La terza giornata, quella delle finali per attrezzo, ben sei tra squadra e individualiste, è molto impegnativa a livello fisico e mentale per tutte le ragazze, infatti, queste incappano in qualche errore di troppo, ma in ogni caso la Squadra Italiana Junior si laurea Vice Campione del Mondo ai cinque cerchi e la nostra Sofia Raffaeli agguanta altri due argenti a fune e clavette. Tante le emozioni che queste ragazze hanno regalato, grazie anche a tutto lo staff tecnico che le ha seguite e a tutta la delegazione italiana che le ha supportate. Non hanno mai smesso di sognare e di crederci fino in fondo, nonostante alcune vicissitudini prontamente superate. Tanto impegno, lavoro, sacrificio da parte loro, di tutto lo staff tecnico e delle loro famiglie. Si torna a casa con ben cinque medaglie d’argento in un Campionato Mondiale, un bottino storico. L’Italia ha dimostrato di essere seconda soltanto alla potenza russa, di avere giovani ginnaste che possono competere ad altissimi livelli internazionali e il duo di allenatrici Ghiurova-Cantaluppi scrive un’altra pagina memorabile della storia della ritmica italiana.