Sport

Garden Boys Fabriano, 40 anni... e non sentirli

La delegazione dei Garden Boys ricevuta in Comune dall'assessore Scaloni

La delegazione dei Garden Boys ricevuta in Comune dall'assessore Scaloni

FABRIANO - Eccoci di nuovo a scrivere dei mitici Garden Boys che con il 2019 varcano i quarant’anni di attività ininterrotta, visto che nel lontano 1979 iniziavano con l’iscrizione alla Figc il loro primo e vittorioso campionato di Terza Categoria e conseguente passaggio alla Seconda, che li hanno poi accompagnati per dieci lunghi anni. A seguire, dal 1990 inizia un'attività amatoriale provinciale che oggi ancora prosegue. Ma veniamo a parlare di questi 40 anni che sono stati festeggiati alla grande come è uso nel gruppo per tali circostanze. Tutto è iniziato venerdì 25 ottobre, con l’allestimento di una mostra fotografica in Corso della Repubblica, un locale completamente addobbato di colori gialloverdi con in mostra la prima maglia indossata in campo, le numerose coppe e trofei vinti, gagliardetti e tutte le fotografie in cui erano immortalati i numerosi personaggi che si sono susseguiti per far vivere la società in questi quattro decenni di attività. Il sabato mattina all’antistadio si è svolta una partita di calcio tra le vecchie glorie dei Garden e del Borgo, una volta antagonisti leali e oggi in amicizia si sono sfidati di nuovo, partita finita in parità anche dopo i calci di rigore, ottima organizzazione del duo Tiberi-Barocci. Nel pomeriggio una folta delegazione dei vecchi dirigenti, e qualche attuale protagonista, sono stati ricevuti in Comune nella sala consiliare, dove l’assessore allo Sport Francesco Scaloni ha donato al presidente Sandro Barocci una targa ricordo, da parte sua e del Sindaco Gabriele Santarelli, elogiando l’attività sportiva e anche sociale, fatta dal gruppo in questi lunghi anni. Inutile dire l’emozione del presidente e del gruppo, per aver finalmente ottenuto un riconoscimento ufficiale, tardato a venire tanto da farli sentire “figli di un Dio minore”, per questo premio si ringrazia sentitamente la sensibilità dell’assessore Scaloni. La domenica tutto si è concluso a tavola dove in novanta si sono ritrovati presso il ristorante “La Rosa Nera”, per un gustoso pranzo, allietato da un gruppo folk, La Damigiana. Insieme ad alcuni attuali protagonisti, non mancava nessuno della vecchia guardia che ben 9 anni prima del festeggiato '79, nel lontano 1970, hanno fondato allo Chalet dei Giardini la squadra degli scoiattolini, iniziando a disputare vittoriosi tornei e campionati Uisp, organizzati dall’esplosivo Renzo Bernardoni, pioniere del calcio amatoriale e non, fabrianese. Finita la festa, saluti, abbracci e appuntamento per i vecchi al prossimo evento che verrà organizzato, invece per gli altri che scenderanno in campo negli allenamenti del venerdì e in campionato il lunedì, un buon divertimento, e augurio di ottimi risultati. Un grazie grandissimo per la passione, la dedizione, l’amore dimostrato negli anni, per il sogno chiamato Garden Boys, a chi sta scrivendo questo pezzo e a Cosimino Alterio, infaticabili e ottimi organizzatori, dimostrata ancora una volta anche in questa occasione. Forza magici “Ragazzi del Giardino”.

Sandro Barocci