Cronaca

Ariston nel segno della sostenibilità

E’ stato siglato l’accordo quadro di collaborazione scientifica tra Ariston Thermo, azienda leader nel mercato globale del comfort termico per ambienti domestici, commerciali e industriali, il Politecnico di Milano, eccellenza nel campo del progresso scientifico e tecnologico, e la Fondazione Politecnico di Milano, realtà nata nel 2003 con l’obiettivo di valorizzare la ricerca all’interno dei dipartimenti del Politecnico e allo stesso tempo innovare il contesto economico e produttivo. Le tre realtà metteranno insieme le proprie risorse e competenze per affrontare la sfida del progresso scientifico e tecnologico nell’ambito della sostenibilità. L’accordo firmato dal prof. Ferruccio Resta, Rettore dell’Ateneo, Andrea Sianesi, Presidente della Fondazione Politecnico di Milano e Paolo Merloni, presidente esecutivo di Ariston Thermo, avrà una durata di cinque anni e intende allargare e rendere più strategici gli ambiti di collaborazione già avviati nella ricerca e nell’innovazione tecnologica per lo sviluppo di soluzioni sostenibili nel settore del comfort termico. Il perimetro della collaborazione includerà, tra gli altri, lo sviluppo e test di cicli termodinamici innovativi, la realizzazione di test di prototipi di unità e sistemi, l’analisi di problematiche inerenti alla scienza dei materiali, i sistemi e le logiche di controllo avanzate, la connettività avanzata di sistemi (IoT e big data), lo studio e la proposta di normative inerenti a nuove tecnologie, le tecnologie dell’idrogeno e di vettori energetici rinnovabili, e l’analisi dei sistemi energetici. Ariston Thermo rappresenta una realtà industriale di eccellenza che – nel proprio settore di riferimento – conduce da anni investimenti nel campo del progresso scientifico e tecnologico a livello internazionale, con l’obiettivo di garantire a tutti, a livello globale, soluzioni sostenibili ad elevata efficienza energetica o che utilizzano fonti di energia rinnovabili per il riscaldamento dell’acqua e degli ambienti. L’azienda ha da tempo deciso di cogliere la sfida della sostenibilità, motivo per cui negli ultimi anni ha progressivamente aumentato gli investimenti in ricerca, sviluppo e produzione di prodotti sostenibili, superando gli 80 milioni di euro l’anno. Nel 2019, inoltre, sono stati incrementati del 40% gli investimenti dedicati ai prodotti rinnovabili rispetto al 2018. In questo processo, il 2016 ha rappresentato un’importante pietra miliare per Ariston Thermo: l’inaugurazione alle porte di Milano dell’Ariston Thermo Innovative Technologies (Atit), polo di eccellenza per la ricerca e lo sviluppo di soluzioni all’avanguardia nel settore del comfort termico. La diffusa presenza di competenze nel settore energetico e termodinamico, così come la possibilità di collaborare con il Politecnico di Milano - centro di eccellenza in termini di innovazione e di attrazione di talenti - sono stati gli elementi decisivi che hanno portato il Gruppo ad inaugurare il centro di ricerca nel capoluogo lombardo.