Cronaca

Nel ricordo di Vittorio Merloni

Ricordare in modo concreto la figura di Vittorio Merloni a cinque anni dalla sua scomparsa nell’Università in cui si laureò nel 1959. Venerdì scorso, nella Sala del Dottorato dell’Università di Perugia è stata siglata la convenzione tra l’Ateneo umbro e la Fondazione Vittorio Merloni che si pone l’obiettivo di investire sulla formazione dei giovani attraverso un Assegno di ricerca che è al tempo stesso un investimento per nuove professionalità ed un arricchimento della competitività del territorio. Vittorio Merloni si laureò il 23 febbraio 1959 in Economia e Commercio all’Università di Perugia con una tesi su “Aspetti economico-tecnici dell’industria dei mobili metallici” discussa con il prof. Carlo Merlani. La formazione accademica ricevuta nell’ateneo perugino si calò sulla personalità vulcanica di Vittorio Merloni, che già aveva sperimentato alcune avventure imprenditoriali, offrendogli un quadro teorico in grado di sistematizzare concettualmente la sua grande passione ed energia verso le attività di impresa. In ricordo di questo periodo così importante e significativo della sua vita, la Fondazione Vittorio Merloni ha avviato una collaborazione con il Dipartimento di Economia dell’Università di Perugia per sostenere iniziative finalizzate all’attività di ricerca e trasferimento tecnologico in imprese dell’Italia centrale. Si intende offrire così un contributo per la crescita economica di aree periferiche, attraverso la formazione di talenti che abbiano la possibilità di restare sul territorio. Ricerca, innovazione, tecnologia sono stati riferimenti costanti nello stile imprenditoriale di Vittorio Merloni e la Fondazione dedicata alla sua memoria si propone di valorizzare le coordinate fondamentali alla base del suo successo imprenditoriale. Ad aprire la cerimonia è stato Maurizio Oliviero, Rettore dell’Università di Perugia. Successivamente è intervenuta Maria Paola Merloni, presidente della Fondazione Vittorio Merloni. «In ricordo di mio padre Vittorio, a cui la Fondazione è dedicata, - ha detto - oggi si avvia una collaborazione con il Dipartimento di Economia dell’Università di Perugia attraverso un assegno pluriennale di ricerca. Questa iniziativa esprime l’attenzione alla formazione culturale e professionale di una nuova generazione, consapevole che il capitale umano è la principale risorsa per lo sviluppo di un’impresa. Ringrazio il Magnifico Rettore prof. Maurizio Oliviero e il preside del Dipartimento di Economia, prof. Libero Mario Mari per la sensibilità e l’impegno che ci consentiranno di raggiungere il miglior risultato». Le conclusioni sono state affidate a Luigi Abete, presidente Luiss Business School.