Cronaca Fabriano

il simbolo di Officina Politica: un fabbro e... 30.001 cittadini

Il simbolo di Officina Politica

Il simbolo di Officina Politica

Officina Politica rilancia la sua azione alla vigilia delle sfida elettorale che porterà all’elezione del nuovo sindaco di Fabriano. Nella conferenza stampa tenutasi ieri, alla presenza di Marco Ottaviani, Olindo Stroppa, Roberto Bellucci, Pino Pariano e Mauro Pistilli, la neo formazione politica ha presentato il proprio simbolo, il fabbro che batte il martello sull’incudine accompagnato da un curioso numero: 30.001: “Un numero per sintetizzare mille parole. E’ la scelta di Officina Politica per racchiudere in una sola cifra la sua visione. Invertire la preoccupante tendenza degli ultimi anni di trasformare la città in un dormitorio neanche più frequentato, che ci ha fatto scendere sotto la quota simbolica, e non solo simbolica, dei 30.000 abitanti. I responsabili sono molti. Stiamo incontrando tutti i portatori d’interesse per raccogliere le loro impressioni e le loro proposte. In tutti trapela preoccupazione e rabbia. Una rabbia che può avere effetti devastanti e segnare un punto di non ritorno. Ma c’è anche un’enorme potenzialità e soprattutto una precisa volontà di fornire il proprio contributo. 30.001 ed un fabbro, a rimarcare che l’obiettivo potrà essere centrato solo attraverso quella capacità e quella voglia di fare che la storia ci consegna: saper convogliare l’energia potenziale che anche dal malumore deriva attraverso una visione a 360°, offrendo un cronoprogramma di priorità condivise. Recuperare l’autorevolezza dell’istituzione comunale quale funzione di coordinamento e di facilitazione al servizio del territorio e una visione del Comune con porte e finestre aperte, costantemente abitato dal suo personale con l’orgoglio di appartenervi. Tornare a crescere, ad essere attrattivi verso l’esterno e soprattutto verso gli stessi cittadini, con particolare attenzione alle nuove generazioni e alle nuove famiglie. Un solo obiettivo che racchiude mille azioni, un unico progetto di sistema che potrà essere valutato alla fine del quinquennio con un solo indicatore. Tutti noi.