Cronaca Fabriano

Elica: accordo in vista con Ariston Thermo?

La sede dell'Elica a Fabriano

La sede dell'Elica a Fabriano

L’Elica decide il suo futuro. Il management della multinazionale e i sindacati danno vita al piano di reshoring dalla Polonia alla vicina Mergo. Per il sito produttivo di Cerreto d’Esi prende corpo l’ipotesi di un progetto industriale in ambito metalmeccanico, a quanto pare in accordo con Ariston Thermo. Martedì 18 gennaio, nella sede di Confindustria Ancona, è stato fatto il primo passo sulle linee programmatiche del piano firmato presso il Mise a dicembre 2021, che include un confronto continuo tra le Rsu e l’azienda. In ballo le produzioni che saranno oggetto di reshoring dalla Polonia per la definizione di un nuovo step nell’ottica di ammodernamento dell’impianto che diventerà il polo principale della produzione di alta gamma. Dal mese di marzo di quest’anno sarà attivato l’ammortizzatore sociale (contratto di solidarietà) che servirà ad accompagnare lo sviluppo dello stabilimento con un piano di investimenti di oltre 7 milioni di euro.