Cultura

L'idea itinerante del S. Cecilia

Domenica 29 settembre in programma un “Incontro di corali polifoniche” in memoria di don Ugo Carletti. La manifestazione, giunta alla quarta edizione e organizzata dal Gruppo Corale Santa Cecilia di Fabriano, fondato nel lontano 1953 proprio da don Ugo, si svolgerà appunto nel pomeriggio del 29 settembre in una forma itinerante in location di valenza storica e culturale del nostro centro storico dove ogni corale potrà esibire il proprio repertorio. La durata complessiva della manifestazione sarà di circa 3 ore, comprendendo oltre all’esecuzione e gli spostamenti, anche l’illustrazione delle location e del tragitto, dal punto di vista storico e culturale dall’architetto Giampaolo Ballelli. Ogni coro avrà a disposizione circa 30 minuti di musica effettiva di cui 10 nella location assegnata e 20 nella location finale. Si inizierà alle ore 15.30 dall’Oratorio della Carità, dove il Santa Cecilia presenterà la manifestazione e accoglierà le corali ospiti con un breve saluto musicale. Ci si trasferirà nella chiesa di San Biagio e Romualdo dove con dieci minuti di esecuzione si esibirà il Coro Girolamo Diruta di Deruta (PG), si proseguirà per la chiesa di San Filippo con il Coro Federico II di Jesi ed infine nella chiesa di San Benedetto con il Coro del Duomo di Fano ed infine tutti in Cattedrale per l’esecuzione del concerto vero e proprio dove le tre corali ospiti si alterneranno con il rispettivo repertorio, per chiudere insieme la manifestazione con l’esecuzione dell’Ave Verum di Mozart e del Canticorum Jubilo di Hendel. E’ il primo dei diversi impegni che aspettano la Corale Santa Cecilia, dopo la pausa estiva. A seguire: Il 4 ottobre a Santa Caterina per la festa di San Francesco, Patrono d’Italia, il 20 ottobre a Roma per due prestigiosi inviti, uno per animare la Messa per gli artisti in San Silvestro in Capite, l’altro per l’esecuzione di un concerto nella Basilica di Santa Cecilia (Patrona della musica), in quanto il 20 ottobre è la data del rinvenimento del corpo di Santa Cecilia, l’inizio del mese a lei dedicato, e l’inizio delle celebrazioni per i 1200 anni della Basilica, oltre che la restituzione al culto di alcune cappelle della Basilica recentemente restaurate. Già è in cantiere lo studio del repertorio per il concerto di Natale, come per dire che la corale è sempre in movimento.