Cultura

La stagione della Gioventù Musicale

Lenka Petrovic

Lenka Petrovic

Sta per partire un'altra stagione concertistica che permetterà come di consueto di ascoltare musica di altissima qualità; inaugurazione sabato 23 novembre, presso l'Oratorio della Carità alle 17, con il pianista Igor Andreev, vincitore del primo premio al concorso internazionale Rina Sala Gallo, uno dei più prestigiosi riconoscimenti in assoluto. Programma classico e godibilissimo: Beethoven, Liszt e Schumann. L'arpa sarà la protagonista del secondo concerto, il 7 dicembre, con Lenka Petrovic, vincitrice dell'Israel International Contest di Tel Aviv: nell'interessante programma presentato dall'artista spiccano due Jeux d'eau a confronto: quello di Ravel (destinato in origine al pianoforte, pezzo cromatico per eccellenza, quasi ineseguibile all'arpa) e quello di Carlos Salzedo, compositore che rivoluzionò la tecnica e il repertorio del meraviglioso strumento. Il 14 dicembre sarà la volta di Viviana Lasaracina, pianista già ospite applauditissima della nostra stagione, con una monografia dedicata al compositore spagnolo Enrique Granados. Concluderemo il 2019 domenica 22 dicembre, con uno dei capolavori cameristici di Stravinsky: presso il cinema Montini sarà messa in scena L'hisoire du soldat, per la regia e la voce narrante di Claudio Pellerito. I sette strumentisti previsti dalla partitura saranno diretti da Letizia Vennarini, con la partecipazione dell'attore Luca Mosca e della danzatrice Lucia Cinquegrana. Concerto dedicato alla voce sabato 8 febbraio, con due astri della lirica: il baritono Gianfranco Montresor e il mezzosoprano Laura Polverelli, due vere celebrità, che è stato possibile avere a Fabriano solo in virtù della loro amicizia col soprano georgiano, ormai fabrianese di adozione, Teona Dvali, altra ospite in passato della nostra rassegna: con la collaborazione pianistica di Laura Pasqualetti potremo ascoltare una prima parte interamente dedicata alle chansons di Ravel, mentre nella seconda saremo deliziati da una selezione di duetti operistici. Un' escursione nella musica non propriamente colta ma sempre di grande qualità per il giorno 22 febbraio: la bella voce di Giacomo Medici, accompagnato dal notissimo bandoneonista Simone Marini e dal pianista Mauro Gubbiotti ci trascinerà nel sensuale mondo del tango argentino. Alcuni brani saranno anche interpretati dai ballerini Flaminia Candelori e Luciano Donda. Il 7 marzo ascolteremo alla chitarra il talento fabrianese Matteo Pastuglia, giovanissimo laureando al Conservatorio di Torino, e il 22 marzo concluderemo la stagione con la violoncellista Margherita Succio accompagnata al pianoforte da Yevhheniya Lysohor; le due artiste ci proporranno la travolgente sonata in sol minore di Rachmaninov e l'intenso lirismo della sonata in la minore op. 36 di Edvard Grieg. La Fondazione Gioventù Musicale d’Italia ringrazia il Comune di Fabriano e in particolare l'assessorato alla cultura che si è fatto carico delle spese relative alla produzione de “L’ histoire du soldat”. Un sentito grazie anche alla Fondazione Carifac per il sostegno preziosissimo che continua a permettere di avere a Fabriano artisti vincitori dei più prestigiosi premi a livello mondiale.