Cronaca

Torna il jazz di qualità

Giovanni Ceccarelli

Giovanni Ceccarelli

Giovanni Ceccarelli è un fabrianese purosangue, ed è proprio qui che ha iniziato a coltivare una passione intensa, bruciante, che lo ha portato poi a cercare di insegnamento tra Stati Uniti ed Italia. Comincia a suonare il pianoforte all’età di sette anni con Maria Grazia Trontino, poi con Nedda Spotti (storica insegnante di storia della musica e di pianoforte) con la scoperta della musica jazz. I suoi numerosi progetti da solista sono incentrati principalmente su composizioni ed arrangiamenti originali. Il primo disco come solista s’intitola “Daydreamin’” (2010), inciso in Francia ed interamente dedicato a musica originale. Un lavoro che ottiene il riconoscimento “Jazzit Likes It!” dalla rivista italiana “Jazzit”. Tanti progetti musicali, collaborazioni, festival e premi per un pianista dal talento riconosciuto in tutto il mondo. Recentissimo il progetto creato con il contrabbassista Ferruccio Spinetti pensato come omaggio alla musica del Maestro Ennio Morricone. Sabato 15 febbraio tornerà ad esibirsi nella sua città natale, ma prima del concerto (21.30, Oratorio della Carità) una masterclass aperta a tutti musicisti e non su "l’arte del l’arrangiamento nel jazz” all’interno dell’Oratorio della Carità. Un pomeriggio per ascoltare, capire e suonare insieme ad un eccellente musicista come arrangiare ed interpretare il jazz organizzato da Fabriano Pro Musica in collaborazione con Amat. La masterclass – ha detto Giovanni Ceccarelli - sarà strutturata così: un momento teorico con l’esposizione dei miei pensieri, una parte di ascolti guidati e poi la fase pratica dove suonerò con gli studenti. La masterclass inoltre sarà aperta a musicisti di tutte le estrazioni e di tutte le abilità, non ci saranno preclusioni. Il jazz è una musica che mescola le esperienze: dalla canzone d’autore, al pop. Basta solo essere curiosi”. E il live da solista? “Oltre al pianoforte, che è il mio strumento, ci sarà anche la clavietta per dare un sapore più popolare ad alcune melodie. Sarà un repertorio con mie composizioni ed altre di grandi compositori del ‘900 come ad esempio Morricone, Jobim ed Ivan Lins”.