Cronaca Fabriano

Il carabiniere ucciso viene ricordato da don Giancarlo Vecerrica

Mario Cerciello Rega

Mario Cerciello Rega

Mario Cerciello Rega, il 35enne carabiniere ucciso da un americano a Roma, ha sconvolto l’Italia. Era, tra l’altro, un fedele dedito ai pellegrinaggi a Lourdes e a Loreto. Dava una mano alle persone che soffrono senza dirlo e faceva costantemente volontariato. Agli ultimi donava i suoi vestiti e portava loro la colazione. Non è venuto a mancare solo un valoroso carabiniere, ma un grande uomo, è stato detto. Ha partecipato anche al pellegrinaggio Macerata-Loreto e don Giancarlo Vecerrica, vescovo onorario della diocesi di Fabriano-Matelica, lo ricorderà nel prossimo pellegrinaggio.