Cronaca

Una palazzina per l'emergenza

E’ stato approvato il progetto definitivo con una serie di miglioramenti per la nuova palazzina di emergenza dell’ospedale Profili di Fabriano. Nei prossimi mesi la presentazione del progetto esecutivo e poi la gara entro l’estate. In autunno l’avvio probabile del cantiere. L’assessore regionale Francesco Baldelli, recentemente, ha raggiunto gli uffici comunali della città della carta per la presentazione ufficiale di un «edificio da 14 milioni di euro, moderno, sicuro e all’altezza dei tempi, per garantire la continuità delle cure anche in caso di eventi calamitosi». Lo stabile, su tre livelli e 3.600 metri quadrati, sorgerà in prossimità dell’attuale pronto soccorso. In futuro sarà necessario rivedere anche la viabilità, allo studio una rotatoria, e nuovi parcheggi visti quelli che verranno sottratti per la nuova costruzione. «Abbiamo incrementato le risorse disponibili da 12 a 14 milioni di euro – ha detto Baldelli – potenziando il progetto iniziale di una struttura fondamentale per l’entroterra, già inserita nel nostro ‘Masterplan dell’edilizia ospedaliera’, che consentirà di mettere a terra i 700 milioni di euro previsti per interventi diffusi sull’intero territorio regionale». Il progetto, che recepisce alcune indicazioni dell’amministrazione comunale di Fabriano, riguarda la realizzazione di un nuovo edificio a pianta rettangolare di dimensioni pari a 45 per 28 metri, su una superficie totale di 1200 mq a piano. La palazzina è destinata, secondo la giunta regionale, «a diventare un modello da replicare nelle Marche per mettere a terra le risorse che arriveranno dal Pnrr». Coerentemente alla destinazione d’uso, dedicata cioè in caso di eventi calamitosi alla continuità dell’attività chirurgica e di terapia intensiva, oltre che alla diagnostica, si costruirà una struttura sismicamente isolata, capace di mantenere l’intera funzionalità anche in caso di scosse telluriche. Sul numero cartaceo un maggior approfondimento sul progetto e sulle prospettive.