Cronaca Fabriano

Buoni pasto per i bisognosi

Buoni pasto

Buoni pasto

Il premier Giuseppe Conte ha annunciato, sabato 28 marzo, che 400 milioni di euro, attraverso il coordinamento della Protezione Civile, saranno destinati ai comuni per aiutare chi non riesce ad acquistare i generi di prima necessità in seguito al diffondersi della pandemia di Coronavirus. A Cerreto d’Esi andranno 24.097 euro, a Genga 9.483 euro, a Sassoferrato 46.390 euro. Per l’individuazione dei beneficiari sono in primo linea le associazioni di volontariato, compreso l’ente Palio di San Giovanni Battista, come ha fatto sapere il presidente Sergio Solari. Farà la sua parte anche il Cisom, Corpo italiano di soccorso dell’Ordine di Malta, con il capogruppo Stefano Sforza, in particolare per il servizio di preparazione dei pacchi alimentari che veniva svolto dal Social Market, attualmente chiuso. Sono scesi in campo quindici volontari in uniforme che si attengono scrupolosamente alle regole di comportamento dettate dalle autorità sanitarie e dal governo. Il Cisom ha più di 4.000 volontari su tutto il territorio nazionale, di cui 800 tra medici infermieri e psicologi. Il gruppo di Fabriano è composto da un medico, da due infermieri, da una psicologa e dai volontari soccorritori muniti di un brevetto.