Cultura

Le bolle... al Gentile

Dopo la riapertura di sabato 15 maggio con il jazz, il teatro Gentile di Fabriano, per effetto della collaborazione tra Comune e Amat, il 6 giugno ospiterà lo spettacolo del "Circo delle bolle di sapone", proposto dalla compagnia ‘Ribolle’.  L’evento sarà preceduto da una residenza di allestimento a partire da venerdì 4 giugno. Per due giorni, dunque, la compagnia livornese trasformerà la storica struttura fabrianese nel proprio laboratorio, prima di salire sul palco con uno show che si annuncia decisamente intrigante e affascinante soprattutto per i più piccoli.  Ma non solo, visto che come sostengono dalla compagnia si tratta di un mix tra danza e circo, "energetico, vivace, frenetico e colorato, dove la magia delle bolle di sapone e il loro sospeso incanto vengono spinti dai tre protagonisti della scena. Figure danzanti fuori dal tempo, che senza sosta producono migliaia di bolle usando oggetti disparati o facendole nascere dalle sole mani, in un vortice di corografie, giochi e dinamiche". Simona Baldeschi, Maria Grazia Fiore e Maurizio Muzzi saliranno sul palco per la creazione di Michelangelo Ricci inscenando uno spettacolo che verrà valorizzato dall’incantevole cornice del teatro fabrianese. "Sarà la prima volta al Gentile - sottolineano i performer - dopo diverse altre esperienze nelle Marche grazie alla collaborazione con Amat.  Il nostro è uno spettacolo gioioso, festante, dal quale la gente esce col sorriso, stimolando fantasia e comunicazione visiva e corporea". Ormai da dieci anni la compagnia labronica propone la rappresentazione circense che in più occasioni ha messo insieme forti apprezzamenti non solo in territorio nazionale ma anche nella vicina Francia, dove sono andate in scena diverse esibizioni.