Cronaca Fabriano

Il saluto all'ex direttore della biblioteca

Una sala della Biblioteca Molajoli

Una sala della Biblioteca Molajoli

Il 23 marzo è venuto a mancare Giovanni Moretti, storico responsabile dell’Ufficio Anagrafe di Fabriano e successivamente della Biblioteca Romualdo Sassi e della Pinacoteca Molajoli. Aveva 66 anni. A causa del diffondersi del Coronavirus, Moretti è stata immediatamente tumulato a Jesi, la sua città d’origine. Nel 1998, dopo la caduta della Giunta guidata dal sindaco Giancarlo Castagnari, Moretti ottenne la mobilità interna, divenendo così responsabile della sia della biblioteca che della pinacoteca. Andò in pensione nel 2008. A Giovanni Moretti si deve il prezioso lavoro di salvaguardia del patrimonio librario durante l’emergenza del terremoto nel settembre 1997, che rese inagibile l’Oratorio della Carità, sede storica della biblioteca comunale, la quale venne trasferita in via Buozzi. “Una persona di grande cultura, uno storico della seconda guerra mondiale, con un passione per i saggi sul Novecento”, lo ricorda l’ex assessore alla Cultura Paolo Paladini. Giovanni Moretti collezionava chitarre elettriche e amava suonare ad ascoltare musica jazz. Collaborò, negli anni Ottanta, con Radio 1 Effe conducendo proprio un programma musicale.